Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.



Articoli

Erasmus: un percorso ambizioso pienamente realizzato

erasmusL’I.I.S Da Vinci di Piazza Armerina ha concluso brillantemente, ed altre si appresta a concludere, tantissime mobilità previste per il secondo anno, dal progetto International Erasmus +.

Come lo scorso anno il bilancio è più che positivo in quanto gli studenti, senza gravare economicamente sulle famiglie, hanno avuto l’opportunità di visitare nuovi paesi e conoscere diverse realtà scolastiche, culturali e sociali.

L’obiettivo del programma era quello di sostenere la strategia Europa 2020, per contribuire all’accrescimento e allo sviluppo del capitale sociale e alla promozione della cooperazione fra gli stati UE.

La D. S. , Prof.ssa Marinella Adamo, ha sempre avuto fra i suoi obiettivi l’internazionalizzazione della scuola e ha sempre lavorato al fine di uniformarla alle più avanzate scuole europee.

La figura coordinante è la Prof.ssa Rosaria Di Corrado, che, con passione ed impegno, porta avanti il lavoro di coordinamento di tutti i progetti internazionali.

Il progetto Don’t Exclude me , con destinazione Grecia e Spagna ha avuto come protagonisti la Prof.ssa M.C. Manuella e la Prof.ssa R. Marino.

Una delle strategie sulle quali hanno lavorato è stata la Peer Education . Ribaltando i ruoli della didattica tradizionale , gli alunni hanno creato, insieme ai loro coetanei, delle lezioni prendendo coscienza del ruolo assunto e della responsabilità delle scelte.

LIFE Love is for Everyone , titolo del progetto cui referente è stata la prof.ssa Giorgia Covato. L’incontro conclusivo ha avuto luogo a Galati, Romania.

Insieme agli alunni del Da Vinci, studenti spagnoli, croati, di Cipro e , naturalmente, rumeni, hanno basato il loro lavoro sulla diversità ed il superamento della discriminazione in tutte le sue forme di genere razziale.

Il Lavoro si è concluso con la campagna “Street Campaign” librando in aria palloncini rossi contenenti messaggi di amore, altruismo e solidarietà.

La scuola che INCLUDE PENSA e PROGETTA è stato il nucleo della settimana internazionale a Samsum , Turchia.

Mobilità vissuta intensamente dai docenti Filippo Calcagno e Rosaria Di Corrado e dai ragazzi partecipanti.

In Macedonia altri studenti , insieme alle Prof.sse Di Corrado e A. Armanna hanno continuato l’esperienza di creatori di APP studiandone le strategie più efficaci.

Il Progetto The Odd One, in Spagna, ha definito strategie e metodologie per evitare ogni tipo di esclusione nella scuola.

Prendendo spunto dal famoso e sempre attuale aforisma socratico “ Conosci te stesso” , durante il meeting in Germania, si è lavorato sulla auto consapevolezza come chiave per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva.

Il progetto LEI – Language,Enviroment, Inclusion ,è stato seguito dalla D. S. Marinella Adamo e la Prof.ssa R. Di Corrado, presentando in Germania un lavoro sulle tematiche dell’inclusione e delle competenze sociali.

Per favorire l’inclusione , per tutto il modulo, ci si è concentrati su un modello di apprendimento basato sulla progettualità come processo pedagogico incentrata sul ruolo attivo e dinamico dell’ allievo al fine di acquisire le conoscenze attraverso l’esplorazione attiva , superando le sfide del mondo reale.

Con l’acronimo SEL si indica, appunto, l’utilizzo dei cinque elementi dell’apprendimento sociale ed emotivo.

Tanto lavoro, tanti progetti e tanti obiettivi raggiunti.

Certo è che esperienze indimenticabili rimarranno per sempre nel curriculum , ma soprattutto, nel cuore di ogni studente e docente partecipante.

consuntivo